Manifesto di Venezia per la parità di genere nell’Informazione

Il Manifesto di Venezia è uno strumento della Commissione pari opportunità della Fnsi contro la strumentalizzazione della figura femminile e la distinzione tra violenza di seria A e di serie B che vuole diventare vessillo di un’informazione giusta e in grado di descrivere la realtà fuori dai pregiudizi e dagli stereotipi. Un documento che vuole mettere nero su bianco la necessità di una corretta informazione per contrastare le violenza sulle donne, come chiede anche la Convenzione di Istanbul.

 

Dopo la presentazione del Manifesto di Venezia, lo scorso Settembre, la Commissione pari opportunità della fnsi su proposta del Sindacato Giornalisti Veneto assieme a Cpo Usigrai e GiULiA Giornaliste hanno elaborato il “manifesto delle giornaliste e dei giornalisti per il rispetto della parità di genere nell’Informazione contro ogni forma di violenza e discriminazione attraverso parole e immagini”. Questo sarà presentato a Venezia il 25 novembre in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

 

Alcuni degli impegni che si assumono i firmatari del manifesto, giornalisti e giornaliste sono il rispetto della deontologia, no al sensazionalismo, a cronache morbose, a divulgare i dettagli della violenza, “no all’uso di termini fuorvianti come “amore”, “raptus”, “gelosia” accostati a crimini dettati dalla volontà di possesso e annientamento”. No “all’uso di immagini e segni stereotipati o che riducono la donna a mero richiamo sessuale o oggetto del desiderio” .

Per aderire basta inviare una mail a cpo.fnsi@gmail.com.