8 Marzo anche come Giornata Europea contro il Discorso d’Odio Sessista

L’8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, è stata lanciata dal No Hate Speech Movement la Giornata Europea contro il Discorso d’Odio Sessista (European Action Day countering Sexist Hate Speech).

Tutti gli utenti sono stati invitati a partecipare attivamente all’iniziativa attraverso diverse azioni: sia condividendo foto e video a supporto dell’uguaglianza di genere e contro il Sexist Hate Speech (SHS), sia organizzando cineforum ed esercizi collettivi sul tema.

Inoltre, grazie al lavoro di Sami Mititelu e Irina Drexler è stata anche realizzata un’infografica che spiega cosa si intende per Sexist Hate Speech e quali sono gli strumenti per contrastare questo fenomeno e più in generale la violenza contro le donne.

Secondo il Consiglio d’Europa il discorso d’odio riguarda “tutte le forme di espressione che diffondono, incitano, promuovono o giustificano forme di odio basate sull’intolleranza”. In particolare il discorso d’odio sessistacrea, rinforza e perpetua la gerarchia di genere”. Combattere la violenza contro le donne significa anche combattere i discorsi d’odio sessista. Per questa ragione è molto importante che gli stati introducano nelle proprie legislazioni nazionali il Discorso d’Odio Sessista. È interessante notare come siano ancora poche le leggi incentrate sul Sexist Hate Speech nonostante il 25% delle donne (1 donna su 4) subisca molestie sessuali online e il 26% delle donne di età compresa tra i 18-24 anni siano vittima di stalking online.

È importante fornire norme e strumenti per evitare il diffondersi di un linguaggio sessista e stereotipato” ed al contempoavere chiari quadri politici e meccanismi di denuncia per assicurare la fuoriuscita dai media dei contenuti sessisti e lesivi”.

info_EAD_REWORK2 (2)

Vi rimandiamo alla pagina del sito del No Hate Speech Movement dove potete trovare l’intera infografica e tutti i link utili per approfondire i contenuti di questo lavoro.