Piccoli passi verso l’uguaglianza di genere

Agosto si sta per chiudere e sarà sicuramente ricordato come un mese di grande cambiamenti, infatti diversi paesi in tutti gli angoli del mondo hanno fatto alcuni passi importanti verso l’uguaglianza di genere – semplicemente apportando dei cambiamenti alla legislazione nei propri paesi.

  • INDIA: il 22 Agosto la corte suprema ha dichiarato incostituzionale il triplo talaq, o divorzio istantaneo, la pratica secondo cui gli uomini musulmani possono sciogliere il matrimonio semplicemente pronunciando tre volte la parola talaq (ti ripudio). Un divorzio senza processi, senza definizione giuridica dei rapporti economici tra le parti e verso i figli, senza nessuna tutela legale per le donne. Per saperne di più clicca qui

 

  • CILE: il 21 Agosto è stata definita una data storica per il Cile: il Parlamento ha approvato la legge che depenalizza l’aborto nei casi di stupro, rischio per la vita della madre e difetti congeniti del feto che portano alla morte. Il tribunale ha consentito l’obiezione di coscienza, il che significa che qualsiasi medico o assistente medico può rifiutarsi di eseguire un aborto ma la decisione della corte suprema è comunque un ulteriore passo in avanti verso una maggiore protezione dei diritti delle donne e delle ragazze.  Come indicano le Nazioni Unite, tre dei cinque paesi al mondo in cui l’aborto è vietato in ogni circostanza si trovano in America Latina: Repubblica Dominicana, Salvador, Nicaragua. Gli altri due sono Malta e Vaticano. Per saperne di più clicca qui

 

  • MEDIO ORIENTE e AFRICA: il primo di Agosto la Giordania ha abolito l’articolo 308 del codice penale che permetteva a uno stupratore di non scontare la pena se accettava di sposare la sua vittima. Due settimane dopo anche il Libano abolisce la legge “sposa il tuo stupratore”, articolo 522, mentre in luglio la Tunisia aveva fatto lo stesso abrogando l’articolo 227. Cambiare la legge non è però abbastanza poiché, secondo alcuni esperti, sebbene la pratica sia vietata dal punto di vista giuridico, a livello di diritto consuetudinario consentire ai rapitori di evitare il carcere sposando le loro vittime è ancora possibile.

 

  • NEPAL: il chhaupadi, la pratica di segregare le donne con le mestruazioni in capanne isolate, è ora un crimine. Il 9 Agosto il parlamento del Nepal ha criminalizzato questa antica pratica Hindu, che trattava le donne come intoccabili durante il periodo mestruale, costringendole a dormire in una capanna fuori casa chiamata chau goth, impedendo loro di toccare cibo, icone religiose e uomini. Due donne sono morte alla fine del 2016 per incidenti causati seguendo il rituale – una per inalazione di fumo dopo aver acceso un fuoco, mentre l’altra morte non è stata spiegata. D’ora in poi, chiunque applichi il chhaupadi sarà punito con pene che vanno da una multa di tremila rupie (24 euro) a tre mesi di carcere. 

 

  • RUSSIA: 15 Agosto, quindici donne entreranno nella scuola d’aviazione militare di Krasnodar in Russia per la prima volta nella storia moderna del Paese. A darne notizia è stato lo stesso ministro della Difesa Sergey Shoigu. «Abbiamo ricevuto centinaia di lettere, così abbiamo preso la decisione di aprire le iscrizioni nella scuola di aviazione militare di Krasnodar al primo gruppo di ragazze», ha detto il ministro.

 

  • REGNO UNITO: Royal Air Force, l’aviazione militare britannica, è la prima forza armata del Regno Unito ad aprire tutti i propri ruoli alle donne, inclusi quelli in prima linea.